Cioccolato da comporre, gusti da progettare

ARCHITETTI&CIBO

“mamma diceva sempre:la vita è come una scatola di cioccolatini,non sai mai quello che ti capita…”

cit. Forest Gump

 

Noi amanti del cioccolato, che non ci accontentiamo del piacere finale, ma desideriamo nuove esperienze sensoriali…

Se pensiamo a come solitamente ci approcciamo ad un cioccolatino, tutto ha inizio con la vista, poi subentra il tatto e la percezione della forma, nel momento in cui il bonbon viene inserito in bocca, la sensazione tattile si lega con il sapore, assaporandolo godiamo del gusto che ci pervade fino al piacere finale.

Ma la nostra percezione del sapore dipende anche dalla forma?

01
Scatola di cioccolatini Godiva, Belgio

Diversi artisti,designer,mastri cioccolatieri si sono cimentati nel pensare e studiare un cioccolatino come elemento decorativo, giocando con le forme, con la texture e col gusto si crea un rapporto con la consistenza del cioccolato, il cui sapore finale dipende anche dalla variabilità degli elementi in corso di degustazione.

I più noti sicuramente sono i maestri del cioccolato di Bruxelles, che giocano con l’estetica fin da tempi antichi,ma recentemente il mondo del design si è avvicinato molto al settore cioccolatiero e recenti progetti hanno prodotto risultati interessanti.

02
Sweet Play di Elsa Lambienet, Francia

La designer francese Elsa Lambient, in collaborazione con i  Cioccolatieri svizzeri Blondel,nel 2011 ha progettato una serie di cioccolatini componibili, chiamati Sweet Play..

Il cioccolatino è stato scomposto in 3 elementi: ripieno interno, decorazione e struttura di cioccolata. La possibilità di abbinare gusti differenti e testare nuovi accostamenti è sicuramente uno stimolo allo sviluppo di un gusto più personale e particolare.

03
Geometry di Nendo design, Giappone

Lo studio giapponese di design Nendo si è cimentato nella produzione di cioccolatini in diverse forme geometriche, ognuna caratterizzata da gusti differenti per il piacere dei golosi. Inoltre hanno creato Chocolatexture, una tavoletta di cioccolato concepita come un gioco di superfici,  caratterizzata dalla suddivisione in blocchetti di diverse texture, cambiando la percezione tattile e cambiando il modo di percepire il sapore finale.

04
Texture di Nendo design, Giappone

Giocando con forma e consistenza si diverte il giovane artista giapponese Hakihiro Mizuuchi che ha pensato il mattoncino di Lego in cioccolato, per creare deliziose sculture robotiche e stupirci con differenti combinazioni di gusto. Una grande idea regalo per grandi e piccini!!! Unico problema… quanto resisteranno nelle mani di un goloso?

05
Lego di cioccolato di Akihiro Mizuuchi, Giappone

Un po’ Lego un po’ Yin e Yang, con l’originale forma a scaletta di chiara ispirazione Escheriana.  I Complements 3D, rivoluzionari cioccolatini modulari, pensati e realizzati dalla collaborazione australiana tra i designers di Universal Favorite ed i cioccolatieri di Bakedown Cakery, sono frutto di un modellino generato con stampanti in 3D poi utilizzato poi come stampo per creare il cioccolatino.

Sovrapponendo due moduli diversi e facendoli combaciare si crea un cubetto bicolore che, oltre ad essere esteticamente molto accattivante, promette combinazioni gustative veramente uniche.

06
Complements 3D, Universal Favorite Designers e Bakedown Cakery, Australia.

Sì, perché ora il tuo cioccolatino personalizzato te lo puoi comporre a tuo piacimento ed in base ai tuoi gusti preferiti.

Take one, Take another, Stack&Enjoy.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...